16 febbraio 2006

^Troviamo qualcos'altro da azzannare per gli stregoni^


Ormai sono giorni che in tv non fan altro che parlare di animali morti ritrovati in tutta italia e continuano a ricordarci di non toccarli in caso ne vedessimo uno... e a me vengono in mente immagini come quelle di colorati guaritori che danzano brandendo dei poveri pennuti per il collo e poi li finiscono a morsi in un tripudio di piume svolazzanti, potrebbero all'impravviso smettere di fare parte del folklore africano.
Gli stregoni dediti ai riti tribali, molto diffusi nelle regioni africane dove ancora vige l'animismo, non se la passeranno bene con l'allarme aviaria. Sono loro i più esposti al virus H5N1 a causa dei sacrifici di animali che compiono per invocare e ingraziarsi gli dei.
I riti prevedono l'uccisione di animali, spesso polli, a cui gli stregoni sono soliti staccare la testa a morsi. Ma ora che la presenza del virus è stata accertata anche in Africa, il sangue con cui entrano in contatto potrebbe essere veicolo di contagio per l'influenza aviaria!!!

6 commenti:

Brucio ha detto...

aaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhh....non la posso guardare questa foto!!!!!!!!.......

Lario3 ha detto...

Quello nella foto è Fabio: il mio fruttivendolo e commercialista... ha sempre avuto la strana abitudine di mettersi le dita nel naso :-)
Grazie per il commento :-)
CIAO!!!

palomo ha detto...

l'avrà pulito bene??? ahahahahahah!!!
ciao adriano

Anonimo ha detto...

allora non posso più morderti al collo...... allora mi accontenterò del brodo ( gallina vecchia.... )
ho giusto pronti due cappeletti
ciaoooooooooooo wb wb

Brucio ha detto...

AAAAaaaaaaaahh...e toglila. O scrivi un altro post almeno...

Lario3 ha detto...

Il mistero su Cristina D'Avena che svelerò la prossima settimana faà tremare i muri ;-)
CIAO!!!